Marshmallow sbarca su Samsung Galaxy A8

Samsung Galaxy A8

In questo ultimissimo periodo, per quel che concerne il settore tecnologico della telefonia mobile, la nostra attenzione è rimasta concentrata, fermo restando alla compagnia asiatica Samsung, su alcuni fra i device più potenti e performanti del colosso sudcoreano. Il Samsung Galaxy S7, pur essendo stato immesso sul mercato da ormai quasi quattro mesi, ha letteralmente fatto incetta di critiche e di recensioni positive, insieme all’ottima variante Edge. E, allo stesso modo, cresce l’attesa nei confronti del Samsung Galaxy Note 7, phablet di sesta generazione, la cui presentazione ufficiale dovrebbe avvenire fra pochissime settimane. Ma in tutto questo trambusto di smartphone e di apparecchi telefonici super performanti, anche altri dispositivi minori, ma comunque piuttosto interessanti, riescono a ritagliarsi i propri piccoli spazi. Fra di essi, figura anche il Samsung Galaxy A8.

Samsung Galaxy A8Il Samsung Galaxy A8, device di fascia medio-alta, si è fin qui comportato piuttosto bene anche nel nostro paese. Non potrebbe essere altrimenti, d’altronde, considerando che è dotato di una serie di caratteristiche tecniche piuttosto importanti, benché, naturalmente, di gran lunga inferiori rispetto ai vari top di gamma dell’azienda coreana.

Ad ogni modo, il Samsung Galaxy A8, naturalmente, era inizialmente stato immesso sul mercato con il sistema operativo di Android Lollipop 5.1.1, e in quel momento non pareva essere destinato a ricevere eventuali successori, incluso, ovviamente, Android Marshmallow 6.0.1, che attualmente anima la maggior parte degli smartphone più recenti e più performanti di Samsung.

E invece, quasi a sorpresa, ecco che Android Marshmallow è arrivato anche sul Samsung Galaxy A8. Una notizia che certamente farà felice i numerosi possessori di questo device, finalmente capace di esprimersi al meglio delle proprie potenzialità.

Al momento, Marshmallow è sbarcato, sul Galaxy A8, solamente sul suolo indiano, mentre altri paesi per ora rimangono in attesa. Non dovrebbe mancare molto, tuttavia, al suo approdo anche nel Belpaese. Si tratta, com’è ovvio che sia, di un aggiornamento piuttosto pesante, superiore a 1 GB, per cui consigliamo di scaricarlo, quando sarà il momento, solo connessi a una rete Wi-Fi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.