Trading con le app: quali broker le utilizzano?

trading con le app

Negli ultimi anni la Rete ha messo a disposizione dei giovani trader tante nuove comodità che rendono gli investimenti online sempre più facili e intuitivi da attuare. Il trading online è ormai un’attività alla portata di chiunque abbia un minimo di esperienza nel settore e la giusta dimestichezza con il mezzo informatico. Ma il processo di costante rinnovamento non si è fermato di certo ai semplici Personal Computer.

Oggigiorno, sempre più piattaforme broker permettono infatti di operare direttamente dal proprio smarthphone o dal proprio tablet, essendo completamente compatibili con i sistemi Android, iOS e Windows Mobile. Basta scaricare l’app giusta e il gioco è fatto, si potranno gestire gli investimenti fatti da cellulare, monitorando costantemente il loro andamento, intervenendo nel momento giusto con le dovute correzioni e facendo analisi senza neanche il pensiero di dover tornare a casa, davanti al pc.

Tra i broker online che per primi hanno cominciato ad offrire un simile vantaggio, troviamo senz’altro Plus500, già tra i leader del settore, e adesso impegnata a sviluppare e aggiornare continuamente le proprie applicazioni dedicate agli investimenti online. Niente notifiche invasive, niente spam, nessuna pubblicità fastidiosa, solo parecchi vantaggi.

Tra questi la possibilità di “allenarsi” con una piattaforma demo, i grafici semplici da utilizzare anche da dispositivo mobile e la possibilità, se si decide di aprire un conto vero tramite app, di accedere ad un fondo iniziale di 25 euro con cui cominciare a realizzare investimenti nel mercato internazionale. Ma Plus500 non è certamente l’unico broker “mobile”.

Anche Xtrade, ad esempio, dà la possibilità di aprire un conto e gestirlo tramite App. Stesso discorso fatto poco fa: si hanno tutti i vantaggi della piattaforma online, con la possibilità in più di poter seguire praticamente ovunque le operazioni. Anche l’accesso ad asset e strumenti per operare nei mercati del forex sono a disposizione degli utenti, così come la possibilità di consultare i grafici e gli storici delle varie operazioni.

E non è finita qui. Se si possiede un conto aperto presso uno dei principali istituti di credito italiani e internazionali, bisogna assolutamente verificare se tale operatore abbia già sviluppato una app dedicata al trading. Ubi Banca, Sella o Banca Popolare di Milano sono solo alcuni degli istituti dotati di app fatte su misura per i propri clienti desiderosi di giocare in Borsa con tutte le comodità messe a disposizione dalle moderne tecnologie.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*