Disastro Galaxy Note 7, Samsung crolla in borsa

Un disastro senza fine. Quel che è successo al Samsung Galaxy Note 7, da ormai più di un mese a questa parte, è un qualcosa che sicuramente non ha precedenti nella storia della telefonia mobile. Un tracollo assurdo e incredibile, che ha lasciato interdetti anche i maggiori esperti e gli addetti ai lavori di questo campo.

Il patacrac assume contorni ancor più perplimenti, se si pensa che il device avrebbe dovuto competere direttamente con iPhone 7, dando così continuità al successo raccolto dal Samsung Galaxy S7 e dal Samsung Galaxy S7 Edge.

SamsungE invece, non soltanto il Galaxy Note 7 non ha avuto la possibilità di gareggiare con lo smartphone di settima generazione di Apple, ma addirittura è stato costretto a ben due ritiri dal mercato internazionale della telefonia mobile. Causando una perdita economica e un danno d’immagine enormi, che ieri si sono allargati ulteriormente, dopo la decisione di Samsung di sospendere la produzione del phablet.

Come pronosticato, infatti, in borsa il titolo di Samsung è letteralmente crollato. Tradotto in numeri, sulla Borsa di Seul le quotazioni del colosso sudcoreano hanno subito perdite pari all’8%: una voragine cui difficilmente si potrà rimediare nel breve periodo, e che inevitabilmente pone la compagnia asiatica in un momento di fortissima crisi. E che, ovviamente, ritrova le maggiori cause nel collasso del Galaxy Note 7, che a questo punto pare del tutto finito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

*