Finalmente, ecco il Samsung Galaxy S8

Samsung Galaxy S8

Habemus Samsung Galaxy S8! Il nuovo smartphone di top gamma della nota compagnia tecnologica sudcoreana Samsung, finalmente, è stato presentato nel pomeriggio di ieri, presso un evento appositamente dedicato noto come Samsung Galaxy Unpacked 2017. In quel di New York, dunque, il gigante asiatico ha finalmente tolto il velo al suo ultimissimo gioiellino dalle elevate prestazioni, stupendo i più grazie ad una grande serie di caratteristiche e peculiarità a dir poco straordinarie.

Samsung Galaxy S8Anche noi, in questo piccolo spazio virtuale, nel corso delle ultime settimane abbiamo riservato numerosi approfondimenti al Samsung Galaxy S8, e nelle prossime giornate, com’è naturale che sia, gli presteremo ancora più attenzioni. Andiamo dunque a vedere quella che è la scheda tecnica ufficiale di questo device, trovando numerose conferme rispetto alle indiscrezioni che vi avevamo già riportato a suo tempo.

Anzitutto, l’infinity display: lo schermo del Samsung Galaxy S8 avrà un taglio da 5,8 pollici, mentre la variante Plus salirà addirittura a 6,2 pollici. La ratio sarà a 18.5:9, una soluzione che permetterà un’estensione quasi totale del display sulla parte frontale del device.

Altre conferme: il tasto meccanico della home ci dice addio, sostituito invece da una tecnologia che lo vedrà integrato direttamente sotto il vetro dello schermo. Non a caso, infatti, nel corso della presentazione Unpacked, su un grande banner appositamente dedicato a tale funzione, si è parlato di “Invisible Home Button”, ovvero “tasto home invisibile”.

Vengono evolute anche le fotocamere: quella frontale sarà infatti dotata di autofocus, e raggiungerà gli 8 megapixel. Quella posteriore vanterà invece un sensore dual pixel da 12 megapixel con un processore integrato. Un bel miglioramento rispetto al Samsung Galaxy S7, che l’anno scorso in questo settore rappresentò l’eccellenza a livello mondiale.

Sia il modello basilare del Samsung Galaxy S8 che la sua variante Plus confermano poi la certificazione IP68 (impermeabilità a liquidi e polveri), mentre i processori octa-core a 10 nanometri saranno lo SnapDragon 835 (Asia e America) e l’Exynos 8895 (Europa). Batterie rispettivamente da 3000 e da 3500 mAh. Ecco anche il triplo sistema di sicurezza: sensore delle impronte digitali (posto sul retro dell’apparecchio), scanner dell’iride e riconoscimento facciale. Appuntamento alle prossime ore per ulteriori aggiornamenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*