Samsung Galaxy Note 8: costa meno comprarlo con gli operatori?

Samsung Galaxy Note 8

Il mercato degli smartphone ospita una serie di opzioni eccellenti in termini tecnici e di performance, ma in pochi possono avvicinarsi al Samsung Galaxy Note 8: sicuramente uno dei telefoni di ultima generazione migliori in assoluto. Questo è facile intuirlo leggendo le specifiche tecniche: il nuovo modello del Galaxy Note è infatti dotato di una risoluzione da 2960 x 1440, con un display di 6,3 pollici. Uno dei suoi maggiori punti forti è sicuramente la videocamera in dotazione che possiede 12 mp ed è in grado di scattare foto ad alta risoluzione e di registrare video anche in 4K. A livello di hardware, da sottolineare la presenza di un processore Exynos 8895, di una RAM da 6 Gigabyte e della memoria su disco, espandibile fino a 256 GB.

Samsung Galaxy Note 8: conviene comprarlo con gli operatori?

Come di certo saprete, molti operatori telefonici offrono la possibilità di comprare i cellulari con pagamento a rate e con sconti di varia entità: questo accade anche con il Samsung Galaxy Note 8, che può essere acquistato con questa modalità con Tim, Wind, Vodafone e 3 Italia. Come funzionano queste offerte? In pratica il costo dello smartphone viene spalmato a rate, con una maxi-rata iniziale e con le altre mensili: di contro, è possibile ottenere un pacchetto completo con tariffe ad hoc, con contratti che possono però superare i due anni. Ad esempio, 3 Italia propone un’offerta con incluso il Samsung Galaxy Note 8 a queste condizioni: vi è il pagamento di una rata iniziale pari a 279 euro, con addebito tramite carta di credito, e successivamente l’obbligo di corrispondere 35 euro di rata mensile per 36 mesi. In pratica, la spesa per acquistarlo al termine dei tre anni verrebbe a costare 1539 euro.

Quali sono gli aspetti negativi di questo sistema?

Oltre al prezzo, decisamente elevato, il sistema degli abbonamenti + smartphone possiede anche altri svantaggi. Uno dei più evidenti è la costrizione di legarsi ad un solo operatore per diversi anni, vista la lunghezza prevista da questi specifici contratti di telefonia: per poter recedere, poi, sono previste penali molto salate, oltre al rimborso delle rate rimanenti del telefono (se si intende acquistarlo, per non perdere l’investimento). Esistono delle alternative? Certamente: intanto è possibile comprare il Samsung Galaxy Note 8 richiedendo un finanziamento a tasso zero con rate da 49,59 euro mensili per 20 mesi. Inoltre, esistono operatori virtuali come Kenamobile che permettono di risparmiare sui piani tariffari con le proprie offerte per telefonia mobile: nel caso di Kena, è possibile avere minuti e MB anche con 2 euro mensili, così da poter investire più soldi per l’acquisto del Samsung Galaxy Note 8.

La conclusione del discorso odierno è piuttosto intuitiva: con le tariffe che includono gli smartphone si finisce per pagare di più e per rinunciare alla possibilità di cambiare operatore liberamente. I costi proposti da questi provider non si aggiornano in base al mercato, e anzi rimangono piuttosto alti. Infine, i tanti mesi di contratto sono a dir poco limitanti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*